Aggiornato al: 15 Febbraio, 2024

La comunicazione efficace nel settore medicale e sanitario

Giovedì 15 e venerdì 16 giugno 2023, a Roma, nell’elegante cornice dell’NH Hotel Vittorio Veneto, si è svolto l’mCRC Speak Out Program organizzato da Italian Medical Research con il contributo di Merck, MSD e Pierre Fabre.

L’obiettivo? Permettere ai medici oncologi partecipanti di approfondire gli ultimi aggiornamenti sulla cura del tumore del colon.

La prima sessione, quella del 15 giugno, ha lavorato su competenze prettamente scientifiche: sono stati condivisi gli aggiornamenti delle linee guida internazionali, il ruolo dell’immunoterapia e dei farmaci target nel trattamento di prima linea, nonché il ruolo degli inibitori bRaf come strategia di seconda linea e le opzioni terapeutiche future.

La seconda sessione, quella del 16 giugno, mi ha vista protagonista ed è stata interamente dedicata al public speaking, con l’obiettivo di trasferire agli oncologi le competenze necessarie per una corretta diffusione delle informazioni sia nei dialoghi con gli specialisti sia con i propri pazienti.

A presentare e moderare l’evento il Dott. Mario Scartozzi, primario dell’Oncologia Medica del Policlinico Duilio Casula a Cagliari, con il quale, per parte del mio workshop, ho avuto il piacere e l’onore di condividere il palco.

Chiara Alzati Speaker
mCRC Speak Out Program organizzato da Italian Medical Research con il contributo di Merck, MSD e Pierre Fabre. Roma, 16 giugno 2023.

Le regole di base per una comunicazione efficace nel settore medicale e sanitario

Parlare guardando slide dense di contenuti, tanto più con un tono monocorde e spesso con un ritmo molto veloce non è la via per farsi ascoltare, per farsi ricordare e per trasmettere il proprio expertise ai colleghi. Tanto più se, come spesso accade nei convegni medici, il relatore è costretto a comunicare dietro a un leggio che limita i suoi movimenti.

Allo stesso modo, quando l’oncologo comunica alla gente comune, deve assicurarsi di farsi capire e di rispondere alle domande dei pazienti in modo empatico, rassicurante e costruttivo.

Nella prima parte del workshop, ho guidato i partecipanti a capire quanto sia importante investire sull’arte del Public Speaking per rafforzare la loro autostima, la loro empatia, la loro creatività, nonchè la loro credibilità e autorevolezza per condividere al meglio le proprie esperienze sul campo.

Dopo aver lavorato sul mindset e sull’importanza di allenarsi a pensieri potenzianti che stanno alla base della nostra crescita come comunicatori, ci siamo addentrati nel Metodo Parlare Chiaro®️ e abbiamo discusso insieme su come applicarlo al meglio in diversi contesti, tra cui: i congressi medici, le dirette Instagram e le video pillole registrate destinate a persone comuni interessate alla ricerca sul tumore al colon.

Per quanto riguarda il Public Speaking per i congressi medici, ciò che è emerso era la mancanza di un metodo per preparare le proprie presentazioni ed esporle. I principali tips che ho trasmetto ai partecipanti sono stati i seguenti:

  • apri la tua presentazione con impatto, ad esempio con dei numeri che possano suscitare immediato interesse nei tuoi colleghi;
  • struttura bene il corpo dela tua presentazione, seguendo il principio del “less is more” (“meno è meglio”). Questo perchè quando dici troppe cose, il pubblico finisce per smarrirsi;
  • concludi con impatto la tua presentazione, possibilimente ricollegandoti all’apertura, così da dare al tuo intevento una forma circolare. Perchè si sa, il cerchio è il simbolo della perfezione;
  • usa delle slide snelle e non dense di contenuto, in questo modo il tuo pubblico presterà attenzione a te e non si distrarrà cercando di interpretare le tue slide e leggere lunghi testi;
  • respira e permetti alla tua audience di respirare. Se parli troppo veloce, specialmente con tono monocorde, il tuo pubblico tirerà un sospiro di sollievo quando finirai, letteramente stremato dal sentirti. Non è questo che vuoi, vero?
  • Se possibile evita di parlare dietro a un leggio, così da poterti muovere e poter coinvolgere ancora di più il tuo pubblico;
  • sfrutta il potere della gestualità, in particolare per sottolineare parole specifiche del tuo intervento e per numerare i temi che tratti, così da permettere al pubblico di non perdersi mentreti ascolta.

 

Per quanto riguarda il Video Public Speaking per le dirette IG, abbiamo visto come costruire la scaletta dei temi da trattare, come aprire con una solida cornice d’accordo per predisporre il pubblico all’ascolto, come stimolare l’interazione attraverso l’uso delle domande e sugli aspetti para verbali e non verbali.

Per quanto riguarda il Video Public Speaking per i video registrati, abbiamo visto quanto sia potenziante considerare la telecamera un vero e proprio “amplificatore di valore” e non un nemico e ci siamo allenati tantissimo alla sintesi, fondamentale quando non si ha il controllo sul proprio pubblico e si devono realizzare dei brevi video di valore.

E a non è tutto.

Insieme ci siamo spinti anche oltre, pensando a come adattare le tecniche di comunicazione efficace valide per l’esposizione orale alla scrittura di post di divulgazione scientifica da pubblicare su Facebook e su LinkedIn.

Trovi questa testimonianza sul profilo LinkedIn di Chiara Alzati

La comunicazione efficace nel settore medicale e sanitario: dalla teoria alla pratica

Nella seconda parte del workshop ci siamo concentrati su casi pratici, con lavori di gruppo, supervisionati da me e dal Dott. Mario Scartozzi.

  • Il gruppo 1 si è cimentato sulla preparazione e sull’esposizione di un caso clinico con slide, nello specifico riguardo a un paziente con malattia limitata al fegato.
  • Il gruppo 2 si è dedicato alla preparazione e all’esposizione di una video pillola sull’algoritmo terapeutico.
  • Il gruppo 3 ha realizzato la sua prima diretta Instagram trattando il tema della biopsia liquida.
  • Il gruppo 4 ha pensato a come declinare le tecniche di comunicazione efficace nella scrittura di post per Facebook e LinkedIn, trattando le prospettive future dell’immunologia come cura al tumore del colon.
Il momento degli esercizi di gruppo

Ciascun gruppo ha avuto modo di esporre il proprio lavoro e di ricevere feedback costruttivi: da me per quanto riguarda le tecniche espositive e dal dott. Mario Scartozzi per quanto riguarda i contenuti scientifici.

Non è stato un semplice workshop di Public Speaking, mi piace pensare di aver contribuito nel mio pubblico a facilitare la condivisione di informazioni ed esperienze cliniche fondamentali per la cura del tumore al colon.

Grazie a Italian Medical Research, al Dott. Mario Scartozzi e al prezioso contributo di Merck, MSD e Pierre Fabre per la realizzazione di questo evento di grande valore!

E dulcis in fundo…

sul treno di ritorno da Roma a Milano ho trovato questo post LinkedIn del Dott. Mario Scartozzi che mi ha riempito il cuore di gioia e gratitudine.

Non vedo l’ora di replicare l’evento anche in qualche altra città!

Comunicazione efficace in azienda: come approfondire

Per approfondire il tema della comunicazione efficace in ambito aziendale, ti consiglio di leggere questo articolo: “La Comunicazione Efficace In Azienda: 9 Ambiti Nei Quali È Imprescindibile”.

Costruiamo insieme il prossimo Corso di Formazione su Misura in Public Speaking e Comunicazione Efficace per la tua azienda?  Chiedici come da qui.

A prestissimo!

Chiara

Pronto a salire a bordo?