Public Speaking Training: ecco con chi NON posso lavorare

Chiara, ma tu lavori proprio con tutti?

Assolutamente no e in questo articolo ti spiego perché per me è molto importante selezionare bene i miei clienti.

Sei d’accordo con me che per il successo di una collaborazione cliente/professionista ci vogliano sempre un reciproco impegno e una reciproca collaborazione?

Andiamo a fondo e ti spiego cosa intendo io con reciproco impegno e reciproca collaborazione.

Devi uscire dalla zona di comfort ed esplorare nuovi modi di comunicare

Io mi impegno a spiegarti come e perché, per diventare un comunicatore migliore, devi uscire dalla tua zona di comfort ed esplorare nuovi modi di comunicare. Tu ti impegni ad accogliere la sfida e ad adottare nuovi modi di comunicare che all’inizio, molto probabilmente, ti sembreranno strani.

Ad esempio, se sei abituato a iniziare tutti i tuoi discorsi salutando il pubblico e presentandoti, io ti allenerò a dismettere questa abitudine e ad adottare l’abitudine di aprire i tuoi speech dicendo qualcosa che il tuo pubblico non si aspetta, per presentarti poi in seconda battuta. Impegnarti significa accogliere la sfida e allenare un nuovo modo di comunicare finchè non diventa la tua normalità.

Devi allenarti, anche pochi minuti al giorno

Io mi impegno a costruire i tuoi discorsi con te, ma sei tu che poi dovrai esporlo. E per diventare sempre più bravo, ti dovrai allenare. Attenzione, non sto dicendo che dovrai passare intere giornate a fare prove. Dovrai usare la tecnica dei piccoli passi. Bastano anche solo 5 minuti al giorno di prove per arrivare a fine mese e aver fatto 150 minuti di prove. 2 ore e 50 minuti. Pian piano acquisirai l’abitudine, sentirai lo speech sempre più tuo e acquisirai spontaneità e dimestichezza. 

Devi allenarti ad auto-motivarti

Io sono al tuo fianco e ti supporto nel mantenere un atteggiamento positivo e motivante. Tu però devi fare la tua parte. Non guardare sempre e solo a ciò che ancora ti manca (alle tue imperfezioni nell’uso della voce o della gestualità, ad esempio), ma guarda anche e soprattutto ai progressi che stai facendo. E non solo, nei momenti di sconforto, non permetterti di perdere la motivazione. Vai avanti, ridi delle tue papere, affronta il percorso col sorriso e mantieni il focus sul tuo obiettivo.

Non posso essere io la tua Trainer di Public Speaking, se…

Scegliere il proprio Trainer di Public Speaking con la giusta consapevolezza è importante. Dato che in diversi articoli (ad esempio questo e questo), mi sono soffermata a descrivere cosa mi contraddistingue sul mercato come Trainer di Public Speaking, ora desidero condividere con te tre situazioni nelle quali non dovresti affidarti a me.

Prima situazione: non hai nessuna voglia di impegnarti e pensi che io possa fare tutto per te. L’apprendimento del Public Speaking necessita di impegno anche da parte tua. Da parte tua ci deve essere il forte desiderio di ritagliarti del tempo (fossero anche solo 10 minuti al giorno, ma ogni giorno per almeno un mese) per allenarti.

Seconda situazione: sei alla ricerca di consulti gratuiti direttamente con me. Capita spesso che imprenditori e professionisti scrivano delle mail al nostro reparto commerciale scrivendo: “Vorrei consultarmi rapidamente con Chiara, per chiederle due dritte su un mini discorso che sto preparando” oppure “Vorrei fare una breve consulenza gratuita con Chiara per farle controllare un discorso che ho preparato”. Non ci siamo. Non faccio consulti gratuiti: se in poco tempo riesco a darti consigli di alto valore è perchè la mia professionalità deriva da anni e anni di esperienza. Non è questione di qualche minuto di consulenza, è questione, ad oggi, di quasi 12 anni di esperienza nel settore del Public Speaking. Quindi riceverai un consulto gratuito da uno dei miei commerciali che ti ascolterà e ti saprà consigliare con quale tipologia di servizio o prodotto a pagamento posso esserti di supporto.

Terza situazione: sei convinto al 100% di sapere cosa ti serve per raggiungere il tuo obiettivo e non sei disposto a mettere in discussione il tuo punto di vista. Noi non ti diamo quello che vuoi, bensì quello che ti serve. Esattamente come sarebbe sbagliato che un dottore che ti prescrivesse un medicinale senza conoscerti, solo perchè sei tu a chiederglielo, allo stesso modo sarebbe sbagliato e non professionale il fatto che i miei consulenti commerciali esaudissero le tue richieste senza battere ciglio. Ad esempio, se tu dicessi: “Voglio lavorare con Chiara, mi serve un percorso personalizzato. Durata e costi?”, i miei consulenti commerciali (tutti da me formati) ti direbbero: “Ok, prendo atto della tua necessità, in ogni caso sarà Chiara, dopo averti conosciuto e aver iniziato a lavorare con te nell’ambito di una Consulenza Strategica o di una Classe Virtuale, a dirti di cosa esattamente hai bisogno e a preparare nel dettaglio un programma formativo ad hoc per te, che io ti presenterò”.

Mi auguro di essere stata abbastanza chiara e, qualora tu fossi in linea con quanto esposto in questo articolo, di lavorare presto insieme 🙂

Vuoi ancora più valore?

Entra nella mia Community su www.chiaraalzati.it e accedi ai bonus, tra i quali anche la possibilità di ricevere, direttamente a casa tua, i miei libri (sostenendo soltanto delle piccole spese di spedizione)

Partecipa alla prossima Classe Virtuale di Public Speaking (riservata a massimo 10 partecipanti).

Prenota la tua Consulenza Privata Strategica direttamente con me.

A prestissimo!

Chiara

Chiara Alzati Public Speaking
La Tua Allenatrice di Public Speaking e Video Public Speaking