“Ma come, Chiara, io non capisco. Faccio già video. Per quale motivo dovrei fare anche delle dirette?”

“Dirette? Meglio di no, non mi sento ancora pronto, poi non so cosa dire”

“Dirette? Meglio di no, ho paura di eventuali commenti negativi o provocatori”

Queste affermazioni sono diffusissime tra gli imprenditori e i professionisti coi quali lavoro.

Il punto è questo: fare video è sicuramente importante, ma non può bastare. Se da un lato i video registrati ti danno l’opportunità di aumentare la tua autorevolezza, dall’altro non ti consentono di interagire direttamente col pubblico. Le dirette, invece, sono pensate proprio per permetterti di interagire direttamente con i tuoi follower.

Chiara Alzati Public Speaking
e scopri tutti i Bonus a te riservati tra i quali la possibilità di ricevere, direttamente a casa tua, una copia gratuita dei miei libri: “Video Public Speaking” e “Public Speaking Heroes”

E hai una vaga idea delle opportunità che nascono quando interagisci direttamente con i tuoi fan? Io ogni volta che faccio dirette finisco: con mille idee per nuovi video, con idee per nuove dirette e con tante domande relative all’Accademia del Public Speaking, ai miei Corsi, alle mie Classi Virtuali di Public Speaking e ai miei Percorsi Personalizzati di Public Speaking e Video Public Speaking. Per approfondimenti vai qui.

Certo, sono d’accordo con te: non puoi improvvisare delle dirette. Anche per queste ci vuole metodo e allenamento.

Entra ora nel Gruppo Facebook Privato della Community e accedi a tutte le mie Dirette!

Alla luce della mia esperienza personale, ti do ora sei suggerimenti per realizzare dirette di successo.

Suggerimento 1: prepara un piano editoriale per le tue dirette.

Nel tuo piano editoriale ti suggerisco di inserire:

DIRETTE TEMATICHE: ovvero dirette in cui tratti un tema specifico (ad esempio: come investire in tempi di crisi, tre modi per coinvolgere di più i tuoi collaboratori, tre fasi per internazionalizzare la tua impresa…). Queste dirette sono particolarmente utili per aumentare la tua autorevolezza. Nelle mie dirette tematiche, ad esempio, metto il focus di diretta in diretta su singoli temi, come ad esempio: tre tecniche per aumentare il tuo carisma in video conferenza; tre suggerimenti per superare la paura della telecamera; come vendere dal palco; tre tecniche per coinvolgere il pubblico e mantenere sempre alta la sua attenzione, anche online…e così via.

DIRETTE IN STILE “DOMANDE & RISPOSTE”: questo tipo di dirette è sempre per me estremamente illuminante. Mi ha permesso di scoprire che spesso i miei follower hanno dubbi su qualcosa che per me era assolutamente chiaro e scontato.

Pensa, in alcune delle mie dirette in stile “domande & risposte”, mi hanno chiesto: “Chiara, ma tu lavori anche online?”, “Chiara, ma tu offri anche consulenze private personalizzate?”, “Chiara, cos’è l’Accademia del Public Speaking”. Tutte domande che per me fino a quel momento avevano una risposta più che ovvia, visto che dei miei servizi ne parlo ampiamente nei miei video e nei miei contenuti di marketing in generale.

Ebbene, ti avviso: quello che per te è chiaro, assodato e ovvio può non esserlo per chi ti segue.

E attenzione, non solo le domande, ma anche alcuni commenti in diretta mi hanno illuminata. Ad esempio, questo: “Chiara, sei bravissima. Sto preparando un po’ di discorsi per video per conto mio. Quando sono pronti ti chiedo una consulenza”. Davanti a un commento di questo tipo mi sono resa per l’ennesima volta conto dell’importanza dell’interazione diretta con le persone. Quante volte nei miei libri, nei miei video e nei miei video corsi dico che nel mio lavoro NON do feedback su discorsi già pronti? Quante volte dico che per aiutare davvero i miei clienti devo conoscere dapprima il loro pubblico? Quante volte dico e ripeto che un discorso basato su una strategia fai da te è spesso il presupposto numero uno di un discorso poco efficace?

Eppure ciò per alcuni membri dei miei gruppi non è ancora chiaro.

E tu, ci hai mai pensato? Se stai pensando che tanto dici e ridici le stesse cose più volte sui tuoi video e le scrivi sul tuo blog e che le dirette sarebbero uno spreco di tempo, ti stai sbagliando. Di brutto.

In una diretta in stile “domande & risposte”, insomma, verranno a galla tutti i dubbi delle persone e ti si apriranno inevitabilmente nuove possibilità di business.

Per rompere il ghiaccio, ti consiglio di preparare una lista delle domande più comuni che ti fanno i tuoi clienti e di andarle ad analizzare una a una, rispondendo con cura. Così facendo riscalderai la tua platea virtuale. In una seconda parte della diretta chiederai ai partecipanti di scrivere in chat tutte le loro domande. E via. Il gioco sarà fatto.

DIRETTE IN STILE INTERVISTA: ovvero dirette nelle quali intervisti un tuo cliente e gli fai raccontare la sua storia di trasformazione. In quale situazione si trovava prima di conoscerti (quali paure e dubbi aveva), cosa lo ha portato a sceglierti e a chiederti aiuto, quali risultati concreti ha ottenuto grazie al tuo prodotto/servizio e perché ti consiglierebbe ad altri.

Questo tipo di diretta ti sarà molto utile per abbattere le resistenze dei tuoi potenziali clienti, per stimolarli e incuriosirli.

Io le faccio regolarmente. Una di quelle che ha riscosso finora più successo è stata quella in cui ho intervistato il mio cliente Fabio Occhipinti, personal trainer di Catania. La trovi nel mio Gruppo Facebook Privato chiamato “Public Speaking – Metodo Parlare Chiaro”.

Non temere di risultare autocelebrativo con questo format di diretta. Sperimentala e constaterai il potere delle storie di trasformazione.

Chiara Alzati Public Speaking
Clicca sull’immagine e scopri la prossima Classe Virtuale riservata a massimo 10 partecipanti!

Suggerimento 2: preparati bene per le tue dirette.

E’ impensabile e decisamente pericoloso avventurarsi in una diretta senza aver prima preparato una scaletta di punti da trattare. Nel caso delle dirette tematiche: seleziona un tema cardine da trattare e sviluppalo in sottopunti. Per esempio, in una delle mie dirette passate, ho scelto come tema il “come coinvolgere il pubblico” e come sottopunti ho trattato: l’applicazione del Metodo TTI Success Insights, l’uso delle domande, lo storytelling e l’uso della voce in termini di modulazione e tipi di pause possibili. Nel caso delle dirette in stile domande & risposte: prepara una introduzione, le quattro o cinque domande più frequenti che ti fanno le persone e la conclusione. Nel caso delle dirette in stile intervista, prepara l’introduzione e le domande da fare al tuo testimonial.

Tu preparati sempre al meglio, ma senza mai cadere nell’ossessione del perfezionismo. Perchè il desiderio di piacere a tutti, anche in diretta, è la garanzia per l’ansia e la frustrazione. Semplicemente perchè piacere a tutti è impossibile.

Suggerimento 3: fai periodicamente dei sondaggi per capire quali temi trattare nelle tue dirette.

Perché non usare i sondaggi per capire quali temi trattare nelle tue dirette?

Non c’è modo migliore di entusiasmare le persone se non quello di dare loro quello che desiderano da te.

Suggerimento 4: accenna ai tuoi prodotti/servizi che rispondono alla soluzione di un determinato problema.

A fine diretta puoi anche postare i link di approfondimento o di acquisto nei commenti sotto il video della diretta.

Suggerimento 5: segui un format preciso per le tue dirette.

– Saluta e fai un po’ di small talk per uno o due minuti così da permettere ai ritardatari di connettersi.

– Se stai facendo una diretta in un gruppo di persone che ti conoscono poco o niente (ovvero che non sono ancora tuoi clienti), ricordati di presentarti sempre. Dì chi sei, quali problemi risolvi, a chi ti rivolgi e perchè sei diverso.

– Dai le regole della diretta. Ad esempio, potresti dire ai partecipanti di segnarsi le domande e di fartele tutte alla fine durante la sessione domande & risposte.

– Vai nel corpo della diretta, affrontando il tema del giorno / entrando nella sessione di domande & risposte o presentando il testimonial.

– Rispondi alle domande che i partecipanti ti rivolgono durante la sessione “domande & risposte”.

– Concludi: lancia la tua call to action (ad esempio invita le persone a iscriversi al tuo prossimo evento o a ordinare il tuo libro…)

CLICCA SULL’IMMAGINE e iscriviti subito al Video Corso Gratuito sul Public Speaking

Suggerimento 6: comunica, comunica, comunica.

Puoi anche aver preparato una diretta impeccabile, ma servirà a poco o nulla se non ci saranno persone ad ascoltarti.

Crea l’evento nel gruppo Facebook in cui farai la diretta, manda alla tua mailing list almeno due email (una il giorno prima e una il giorno stesso della diretta).

Cosa aspetti, dunque? Programma la tua prossima diretta e coinvolgi al massimo i membri della tua Community, applicando i sei suggerimenti che ti ho condiviso in questo articolo! 🙂

Chiara Alzati Public Speaking
La Tua Allenatrice di Public Speaking e Video Public Speaking