Video Public Speaking per Consulenti Finanziari - Chiara Alzati Public Speaking

Nella tua attività di consulente finanziario, sono certa che ti è capitato più volte di pensare:

Come posso far capire alle persone la differenza tra me e il bancario dipendente di una banca tradizionale?

Come posso far capire alle persone il fatto che non è necessario essere milionari per avere un consulente finanziario?

E ancora:

Come posso far capire alle persone in cosa consiste il mio supporto? Come posso far sì che percepiscano il valore della mia consulenza?

Come posso portare le persone ad avere una visione a lungo termine e a non pensare solo al presente?

Sono d’accordo con te. Il tuo lavoro è estremamente delicato, ti porta a toccare corde che vanno al di là dei soldi. Ti porta spesso a fare domande “scomode” ai tuoi clienti…a farli riflettere sui loro obiettivi di vita a lungo termine e a scontrarti con diverse convinzioni limitanti, talvolta anche difficili da sradicarsi.

Il punto è: hai mai pensato che i video possano essere uno strumento utilissimo e potentissimo per abbattere le resistenze dei tuoi potenziali clienti e creare un clima di curiosità e fiducia?

Te lo dico perché lavorando con diversi consulenti finanziari, mi sto rendendo conto che è proprio così.

Dunque, la domanda è: se non stai ancora facendo video per farti conoscere, cosa stai aspettando?

Clicca sull’immagine e accedi al Vademecum Gratuito sul Video Public Speaking per Consulenti Finanziari

Ok, cerco di indovinare:

  • non ti senti ancora pronto. Pensi che non sia ancora il momento giusto per metterci la faccia;
  • hai già provato a metterti davanti alla telecamera e ti sei demoralizzato. Hai impiegato 3 ore per girare un video di 2 minuti e sei giunto alla conclusione che fare video non faccia proprio per te;
  • pensi di non avere tempo e ti spaventa l’idea di prenderti un impegno;
  • hai paura del giudizio e ti chiedi cosa potrà mai pensare la gente di te;
  • vorresti farli, ma senti che ti manca un metodo per costruire i tuoi discorsi e così ogni volta che ti approcci alla telecamera, abbandoni l’idea di registrare e procrastini.

In tutti questi casi significa che devi mettere in discussione le tue convinzioni.

Andiamo per ordine.

  1. Ok, posso capire che tu non ti senta pronto a parlare in video. Del resto l’impatto con la telecamera è sempre una sfida. Lo è stato anche per me. Ma il punto è: cosa deve accadere affinché tu ti senta pronto? Mi spiace disilluderti, ma lo faccio per il tuo bene. Il segreto del successo è iniziare prima di essere pronti. Imparare un metodo e applicarlo, migliorandoti di video in video. Del resto: come potresti mai migliorarti in qualsiasi cosa senza iniziare a farla?!
  2. Ti capisco. All’inizio girare un video, anche se di pochi minuti, può sembrare un’impresa impossibile. Ma non demoralizzarti. Ti consiglio di scrivere lo script del tuo video e di leggerlo più volte per interiorizzarlo. Ma non impararlo a memoria e tanto meno non leggerlo da un teleprompter, sembreresti solo finto e distaccato. Piuttosto, registra a pezzi il tuo video. Prenditi un attimo di respiro tra un pezzo e il successivo, respira, ripassa, ridi…insomma non essere troppo esigente verso te stesso, soprattutto nella fase iniziale del tuo approccio alla telecamera.
  3. Te lo dico fuori dai denti: fare video è un impegno e richiede tempo. Se vuoi avere successo grazie ai video, devi farli con costanza. Non saranno due o tre video a cambiarti la vita. E’ la costanza che paga. Ma come essere costanti quando hai tante cose da fare? Semplice. Da persona organizzata come sei nel tuo lavoro, non ti dovrebbe risultare particolarmente difficile pianificare del tempo per registrare video. Ti consiglio di metterti in agenda un giorno ogni mese o ogni due mesi da dedicare interamente alla registrazione dei tuoi video. L’idea di registrare video nei ritagli della routine quotidiana non è quasi mai vincente, credimi. Ti porta a procrastinare davanti al primo imprevisto. Fare video richiede focus. La domanda è: dove puoi arrivare tra un anno se impieghi dodici o sei giorni all’anno a registrare video? E tra due, tre anni? Dove puoi arrivare?
  4. La paura del giudizio è comune a tantissimi imprenditori e professionisti, ma non devi assolutamente permetterle di bloccarti. Ti consiglio di focalizzarti su tutto il valore che hai da comunicare al tuo pubblico e di impegnarti a farlo di video in video sempre al meglio delle tue capacità. Nella piena consapevolezza che non potrai mai piacere a tutti, perché piacere a tutti è impossibile! Metti le tue energie e i tuoi pensieri sulla tua crescita, con atteggiamento resiliente e proattivo. Dopo che hai registrato un video, ad esempio, chiediti: “Cosa posso fare di più?”, “Cosa posso fare di meno?” e “Cosa potrei fare diversamente?”
  5. Se ti manca un metodo per preparare i tuoi script, capisco bene che ti possa passare la voglia di fare video. Esattamente come segui un metodo e delle precise procedure per svolgere efficacemente il tuo lavoro, devi conoscere e applicare un metodo e delle chiare procedure per preparare i tuoi discorsi per i video. Altrimenti rischi di parlare in modo sconclusionato e poco incisivo, magari anche troppo prolisso o troppo sintetico e, nella maggior parte dei casi, in modalità autoreferenziale e non pubblico-referenziale.
Chiara Alzati Video Public Speaking
Clicca sull’immagine e ordina la tua Copia Gratuita del mio Libro “Video Public Speaking”. Arriverà direttamente a casa tua, dovrai sostenere soltanto delle piccole spese di spedizione.

Quattro pratici suggerimenti per aiutarti ad approcciarti alla telecamera con un atteggiamento produttivo:

  1. Riposati a sufficienza. Arrivare davanti alla telecamera già stressato ti farà perdere solo tempo ed energie. E alimenterà pensieri negativi del tipo: “Non ce la farò mai”, “Ho sempre detto che fare video non fa per me”.
  2. Registra a pezzi, non leggere. Leggendo sembrerai finto. Prenditi una pausa tra la registrazione di un pezzo e del successivo. Ricordati soltanto di guardare per qualche istante la telecamera prima di distogliere lo sguardo, così da poter tagliare queste pause in fase di montaggio rendendole praticamente invisibili.
  3. Fai un dialogo immaginario col tuo pubblico per riscaldarti ed entrare davvero in empatia con esso. Immagina di parlare con il tuo pubblico, cosa gli chiederesti? Chiediglielo! Riscaldati! Quando arriverai a sentirti in connessione, inizia a esporre il contenuto del video. In fase di montaggio taglierai la parte di riscaldamento e il video sarà molto più empatico ed efficace. E non sentirti strano, anche gli sportivi e i cantanti fanno riscaldamento prima di andare in campo o sul palco, no? Perché non dovresti riscaldarti anche tu prima dell’incontro con un pubblico virtuale?
  4. Registra in un luogo nel quale non ti senti ascoltato. Sentirti ascoltato ti metterà in testa dei complessi, ad esempio la paura di disturbare oppure la paura di essere criticato. Fai le tue prove e registra in un luogo in cui ti senti davvero libero di esprimerti e di sbagliare quante volte ti serve.
Chiara Alzati Public Speaking
Clicca sull’immagine e scopri la prossima Classe Virtuale riservata a massimo 10 partecipanti!

I video che devono essere assolutamente presenti nel tuo piano editoriale

Ora che non hai più scuse per procrastinare e che conosci i quattro suggerimenti base per registrare video con atteggiamento produttivo, vediamo i tipi di video che possono aiutare te, consulente finanziario, a:

–       abbattere le barriere che ti dividono dai tuoi potenziali clienti, barriere fatte di convinzioni limitanti e di abitudini consolidate

–       far capire qual è il tuo compito, la tua missione e accendere la curiosità delle persone

–       far capire il valore della tua consulenza e l’importanza di non sottovalutarla

–       ottenere sempre più richieste di appuntamento da persone in target e propense ad ascoltarti.

Andiamo con ordine e facciamo chiarezza.

Non è con un video che “sbarcherai il lunario”, ti serve un piano editoriale vero e proprio, composto da una serie strategica di video. Insieme alla capacità di saper parlare con carisma davanti alla telecamera, coinvolgendo il tuo pubblico. In questo articolo trovi degli spunti utili in tal senso.

I video che potresti inserire nel tuo piano editoriale sono i seguenti:

  • Video di Presentazione
  • Video Educativi
  • Video sulle FAQ
  • Video di Storytelling
  • Video di Commento a Fatti di Cronaca
  • Video sui Falsi Miti
  • Video Interviste
  • Video specificatamente destinati a tuoi Clienti

Ti sembra tutto troppo complicato?

➡️ Tranquillo, clicca QUI e scarica il Vademecum Gratuito sul Video Public Speaking per consulenti finanziari.

Vuoi allenarti con me?

➡️ Clicca QUI e scopri le prossime Classi Virtuali di Public Speaking in programma, riservate a massimo 10 partecipanti.

➡️ Preferisci un allenamento individuale e personalizzato? Clicca QUI e prenota la tua call privata informativa con noi.

A prestissimo!

Chiara

Chiara Alzati Public Speaking
La Tua Allenatrice di Public Speaking e Video Public Speaking